.
Annunci online

  Aaronn [ Cercando la via ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


GRANDE ORIENTE D'ITALIA
Davide Giacalone
hiram
Memoria Massonica
Rito di York
Fedeltà e Prudenza
Esoterismo Grafico
Camera dei deputati
TOQUEVILLE
IL LEGNO STORTO
IL JESTER
Senato della Repubblica
Blog fran.sulla massoneria
Gran Loggia regolare d'Italia
Rivista di studi massonici
Aaronn: Non son un Solone che tuona sentenze .-
CLEONICE PARISI
Gran Loggia Regolare d'Italia
ARCHITETTO ANTINORO CARMELO
Gran Loggia d'Italia
Il Quotidiano di MESSINA E PROVINCIA
MERCATI FINANZIARI ON LINE
TRA GLI SCAFFALI
Parrocchia San Giuseppe CL
Aaronn
ZENIT LIST
FRATELLI OSPEDALIERI
S.O.S. COLLEMAGGIO
La Sirena
sciamano
ARCO REALE
I Post d'informazione per la Sicilia
A.Duranti
aaronn
Intervista a Licio Gelli ( da Effetto Reale )
QUOTIDIANI ITALIANI
Eventi no profit
Clik medicina
Massoneria
Aaronn
Il ritrovo a caltanissetta e dintorni.
Almerindo Duranti
Nea Agorà News
Prometeolocri
Il Quotidiano * Libero *

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


23 ottobre 2018

DA LA MIA POESIA : " Con le ali di cera " ...

 
 Per te : Christian. . .

Con le ali di cera.


Vissi ... per tanto tempo
con un bambino,
gli insegnai i primi passi,
a guardare il sole
e poi la luna e le stelle.
Stringendogli la piccola mano
gli trasferii l'amore,
gli insegnai il rispetto verso il creato,
ad amare i suoi simili.

Poi ... vissi per tanto tempo ancora
con un uomo,
ma mi accorsi che il suo passo
non era il mio insegnamento.
Ho vissuto in silenzio ...
e ... impotente ... non ho saputo
domare la forza di un fiume che straripava.

Oggi porgo lo sguardo in cielo
e imploro Dio.
Perché ? … Mi rese impotente?
Perché mi permise di lasciare
la stretta a quella mano?
A quel bimbo che, credendo d'essere un uomo,
un di incurante del sole cocente
volle arditamente volare da solo ... e da solo ...
volare sempre più in alto ...
con le ali di cera.

Salvatore Casales


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la mia poesia

permalink | inviato da Aaronn il 23/10/2018 alle 6:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 ottobre 2018

DA LA MIA POESIA : " E ... così " ...

 

 


                                           ( A mio padre )  


 

   E ... così ...

 

E ... così ...

Mano nella mano ...

trascorse quel tempo della fanciullezza,

fra l’incerto innocente

ed il coraggio dell’esperienza.

 

Un pò  impaurito ...

 guardavo alla tua statura

che  mi portava ad  avvicinarmi al mondo, alla vita  ...  

a quell’insieme che la gente vive,

fra lampi, tuoni e ...  

mille luci di festa.

 

E così ... trascorsero gli anni ...

si rincorsero le stagioni e poi le feste

della nostra vita,

coi suoi colori in ornamento o ...

a volte ... sbiaditi da ogni  accadimento.

 

E così ... giunto ai miei tanti anni ...

provato dal vuoto e dallo sgomento ...

solitario ...

percorrendo il  mio viale senza meta,

sono a portar ricordo

del grande papà che sei stato ...  

 

Colonna ...

che, provata da delusioni

e dalla raminga vita ...  

non perdesti mai il coraggio

di seguire la diritta via.

 

E così ... oggi  ...

sebbene del tempo é passato ...

sento vieppiù la tua presenza

e ... intesorito ... ringrazio Iddio

di farmi guardare alla tua leggenda !

Grazie ... padre.

 

Salvatore Casales

 

   Copyright


 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la mia poesia

permalink | inviato da Aaronn il 19/10/2018 alle 10:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 settembre 2018

DA LA MIA POESIA : " E... POI ... "

 
           ( Christian)

E ... poi ...

(Ai miei più cari amici)

 

Poi ... volli vivere l’altra vita

ripercorrer l’altro tempo ...

attraversar le verdi valli e i prati in fiore

desioso di veder nuovi mondi,

d’osservar le stelle ed il firmamento.

 

E ... come a voler fermare il tempo ...

oggi ... volgo lo guardo all’orizzonte

e, mentre fra i confini dell’eterna vita

i miei lucenti occhi guardano a tutti voi ...

io ripercorro la commedia che ho vissuto.


Per tanto ... dirvi vorrei che ...

se oggi vivo unto,

come essere immortale,

lo devo a tutti voi.

Sono un uomo nuovo ...

non ho più il corpo,  non ho abiti,

né conflitti , né alcun nutrimento

a sostener la vita mia.

 

Oggi ... sono solo anima che aleggia

non più dell’antica vita  ...

non più in ansia ...

senza lupi né agnelli in lontananza

Ho già fatto penitenza ...

la terra ... che mi ha generato ...

ne  ha piena conoscenza.

In grazia di Dio ...

oggi vivo nel suo Regno,

perciò ... non affogate il lume della lucerna,

quella luce m’ é speranza di vita eterna,

e nell’altezza dell’eterne verità,

di voi, grani d’amore serbo in un forziere

divenuto conoscenza di autentica amicizia

e che, onorato, in eterno, porterò con me,

nel  ricordo di tanto affetto ricevuto.

 

Tanto ... contavo dire a tutti Voi  ...

con amore e sentimento ...

tramite  colui ... che,

la poderosa mano mi porse la prima volta.

 

Salvatore Casales

 

 

                                                            copyright


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la mia poesia

permalink | inviato da Aaronn il 1/9/2018 alle 15:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 novembre 2017

Dai miei versi: "Papaveri rossi"

Papaveri rossi.

( a mio figlio Christian )

Se … nel trascorso tempo

potessi io tornare …

papaveri rossi ti vorrei donare,

quei  fiori di campo . . .

spontanei e solitari,  

che hai detto di preferire e

che a primavera

incantano la natura di colori.

 

Se … nel trascorso tempo

potessi io tornare …

donerei la vita mia

per rivedere ancora,

i tuoi primi passi incerti

e riabbracciarti

come fosse la prima volta.

Osservare lo sguardo tuo infocato

dopo una lunga corsa

per ubbidire al mio richiamo.

 

Ma oggi, non è più quel tempo . . .  figliol caro

e . . . alcun oblio

ha toccato la mente mia

rivedendo ogni giorno

il tuo sguardo assorto . . .

riascoltando . . .

quel delicato saluto mattutino . . .

e, ancora più . . . mi par di sognare

nel sentir la tua voce

mentre . . .  cerco nel nulla la tua presenza.

 

E . . . allora che vorrei tornassi

nella tua paterna casa . . . 

come un tempo . . .

a chiamarmi ancora una volta . . .

a coinvolgermi  nelle tue speranze

o . . . nei tuoi progetti

che nascevano in te all’improvviso.

 

Se … nel trascorso tempo

potessi io tornare …

vorrei . . . ascoltarti un sol minuto,

o semplicemente . . .

se Dio me lo concedesse . . .

trovarmi nel tuo luogo

si da divenir della tua serenità . . . conoscenza,

quella che la cieca dea non ha favorito.

 

Sai . . .  ormai … manca poco . . .

e . . . l’inverno è già in arrivo …

ed io . . . voglio giungere per tempo

per tornare in quel luogo

ove nasce l’amore che ti ho indicato.

Perciò . . . stammi vicino . . .

se puoi . . .

accontenta un vecchio ormai stanco

che . . .  eppur  . . .  fu gagliardo negli anni andati,

quando  sentiva d’essere il re del mondo.

 

Non ricordi?

Fui io …  a insegnarti i primi giochi;

fui io a stringerti a me

perché il calore mio si mescolasse al tuo,

perché  sentissi i battiti del mio cuore

e comprendessi l’amore …

quello vero . . .

quello che più . . . ci avvicina a Dio.

 

Perciò . . . per tutto il tempo

che a me avrai dedicato …

per essermi rimasto accanto

anche un sol minuto . . .

ti invierò un bacio,

insieme al propizio vento,

perché giunga nel tuo tempo

là . . . dove non ci sono pene e amarezze,

là . . . dove non esiste

né il male né la tristezza;

Là . .  . dove i papaveri rossi

non sono fiori effimeri,

ma perenne bellezza della primavera.

                             .

Salvatore Casales .      .

       


 

 

 

 copyright

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la mia poesia

permalink | inviato da Aaronn il 10/11/2017 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 ottobre 2009

CI PINSI TAT0'?


Ci pinsi ?

Tatò ,ci pinsi alla sira do 5 Agustu

quannu ivamu a lu Redenturi

a mangiarini la pizza e lu muluni russu?

 

Ci pinsi Tato,’a chidd' acchianata a pedi

finu a la chisulidda ? Quanta genti ca ci iva… ;

o pi’ prumissa o pi truvari la zzita.


Chidda era la vera festa du Signuri

e,cu Tato’ si chiamava ricivia li riala

di li parenti sua.

 

Quantu timpu è passatu..… Tatò ,

quantu ridiri ca ni facivamu cu ll’amici e…,

senza pinsera, na ddivirtivamu cu na scorcia di muluni.

 

E ni vulivamu  beni ; e  ppi daveru e,

senza pinsera e cu picca sordi eramu felici

di stari ccu l’amici veri .

 

Ora ca tantu timpu è passatu,

picca genti ’anuranu sta  festa, ca  sempri è  mpurtanti,

ma tanti oramai sunu divintati cchiu’’ distanti.

 

Sulu lu Redentori è sempri ddà , superbu e dirittu

a sfidari li mutamenti di li timpi e di la genti

ca l’anura picchì ci teni o… picchì  la tradizioni lu voli ancora.

 

Puru la cchianata è sempri a stissa,

e sempre a lu scuru, quasi quasi pa’ mmucciari

la munnizza e dd’ antenni ca tantu dannu fannu a la genti .-

Ci pinsi tatò ?

Aaronn




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la mia poesia

permalink | inviato da Aaronn il 1/10/2009 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre        novembre

IL BLOG

Mi ribello all'ingiusto; Prendo le mie decisioni; assumo le mie responsabilità, difendo la mia dignità a qualsiasi costo. Sono fiero di avere questo carattere. S. Casales
Email: scasales1@tim.it

*******

Ho sempre amato la vita.Chi ama la vita non riesce mai ad adeguarsi, subire, farsi comandare. Chi ama la vita é sempre con il fucile alla fionestra per difendere la vita ... Un essere umano che si adegua, che subisce, che si fa comandare non è un essere umano. Oriana Fallaci 1979