.
Annunci online

  Aaronn [ Cercando la via ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


GRANDE ORIENTE D'ITALIA
Davide Giacalone
hiram
Memoria Massonica
Rito di York
Fedeltà e Prudenza
Esoterismo Grafico
Camera dei deputati
TOQUEVILLE
IL LEGNO STORTO
IL JESTER
Senato della Repubblica
Blog fran.sulla massoneria
Gran Loggia regolare d'Italia
Rivista di studi massonici
Aaronn: Non son un Solone che tuona sentenze .-
CLEONICE PARISI
Gran Loggia Regolare d'Italia
ARCHITETTO ANTINORO CARMELO
Gran Loggia d'Italia
Il Quotidiano di MESSINA E PROVINCIA
MERCATI FINANZIARI ON LINE
TRA GLI SCAFFALI
Parrocchia San Giuseppe CL
Aaronn
ZENIT LIST
FRATELLI OSPEDALIERI
S.O.S. COLLEMAGGIO
La Sirena
sciamano
ARCO REALE
I Post d'informazione per la Sicilia
A.Duranti
aaronn
Intervista a Licio Gelli ( da Effetto Reale )
QUOTIDIANI ITALIANI
Eventi no profit
Clik medicina
Massoneria
Aaronn
Il ritrovo a caltanissetta e dintorni.
Almerindo Duranti
Nea Agorà News
Prometeolocri
Il Quotidiano * Libero *

cerca
letto 2093750 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


10 novembre 2017

Dai miei versi: "Papaveri rossi"

Papaveri rossi.

( a mio figlio Christian )

Se … nel trascorso tempo

potessi io tornare …

papaveri rossi ti vorrei donare,

quei  fiori di campo . . .

spontanei e solitari,  

che hai detto di preferire e

che a primavera

incantano la natura di colori.

 

Se … nel trascorso tempo

potessi io tornare …

donerei la vita mia

per rivedere ancora,

i tuoi primi passi incerti

e riabbracciarti

come fosse la prima volta.

Osservare lo sguardo tuo infocato

dopo una lunga corsa

per ubbidire al mio richiamo.

 

Ma oggi, non è più quel tempo . . .  figliol caro

e . . . alcun oblio

ha toccato la mente mia

rivedendo ogni giorno

il tuo sguardo assorto . . .

riascoltando . . .

quel delicato saluto mattutino . . .

e, ancora più . . . mi par di sognare

nel sentir la tua voce

mentre . . .  cerco nel nulla la tua presenza.

 

E . . . allora che vorrei tornassi

nella tua paterna casa . . . 

come un tempo . . .

a chiamarmi ancora una volta . . .

a coinvolgermi  nelle tue speranze

o . . . nei tuoi progetti

che nascevano in te all’improvviso.

 

Se … nel trascorso tempo

potessi io tornare …

vorrei . . . ascoltarti un sol minuto,

o semplicemente . . .

se Dio me lo concedesse . . .

trovarmi nel tuo luogo

si da divenir della tua serenità . . . conoscenza,

quella che la cieca dea non ha favorito.

 

Sai . . .  ormai … manca poco . . .

e . . . l’inverno è già in arrivo …

ed io . . . voglio giungere per tempo

per tornare in quel luogo

ove nasce l’amore che ti ho indicato.

Perciò . . . stammi vicino . . .

se puoi . . .

accontenta un vecchio ormai stanco

che . . .  eppur  . . .  fu gagliardo negli anni andati,

quando  sentiva d’essere il re del mondo.

 

Non ricordi?

Fui io …  a insegnarti i primi giochi;

fui io a stringerti a me

perché il calore mio si mescolasse al tuo,

perché  sentissi i battiti del mio cuore

e comprendessi l’amore …

quello vero . . .

quello che più . . . ci avvicina a Dio.

 

Perciò . . . per tutto il tempo

che a me avrai dedicato …

per essermi rimasto accanto

anche un sol minuto . . .

ti invierò un bacio,

insieme al propizio vento,

perché giunga nel tuo tempo

là . . . dove non ci sono pene e amarezze,

là . . . dove non esiste

né il male né la tristezza;

Là . .  . dove i papaveri rossi

non sono fiori effimeri,

ma perenne bellezza della primavera.

                             .

Salvatore Casales .      .

       


 

 

 

 copyright

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la mia poesia

permalink | inviato da Aaronn il 10/11/2017 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre        dicembre

IL BLOG

Mi ribello all'ingiusto; Prendo le mie decisioni; assumo le mie responsabilità, difendo la mia dignità a qualsiasi costo. Sono fiero di avere questo carattere. S. Casales
Email: scasales1@tim.it

*******

Ho sempre amato la vita.Chi ama la vita non riesce mai ad adeguarsi, subire, farsi comandare. Chi ama la vita é sempre con il fucile alla fionestra per difendere la vita ... Un essere umano che si adegua, che subisce, che si fa comandare non è un essere umano. Oriana Fallaci 1979