.
Annunci online

  Aaronn [ Cercando la via ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


GRANDE ORIENTE D'ITALIA
Davide Giacalone
hiram
Memoria Massonica
Rito di York
Fedeltà e Prudenza
Esoterismo Grafico
Camera dei deputati
TOQUEVILLE
IL LEGNO STORTO
IL JESTER
Senato della Repubblica
Blog fran.sulla massoneria
Gran Loggia regolare d'Italia
Rivista di studi massonici
Aaronn: Non son un Solone che tuona sentenze .-
CLEONICE PARISI
Gran Loggia Regolare d'Italia
ARCHITETTO ANTINORO CARMELO
Gran Loggia d'Italia
Il Quotidiano di MESSINA E PROVINCIA
MERCATI FINANZIARI ON LINE
TRA GLI SCAFFALI
Parrocchia San Giuseppe CL
Aaronn
ZENIT LIST
FRATELLI OSPEDALIERI
S.O.S. COLLEMAGGIO
La Sirena
sciamano
ARCO REALE
I Post d'informazione per la Sicilia
A.Duranti
aaronn
Intervista a Licio Gelli ( da Effetto Reale )
QUOTIDIANI ITALIANI
Eventi no profit
Clik medicina
Massoneria
Aaronn
Il ritrovo a caltanissetta e dintorni.
Almerindo Duranti
Nea Agorà News
Prometeolocri
Il Quotidiano * Libero *

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


21 ottobre 2017

Da i miei versi : "tempi che cambiano"

 

Tempi che cambiano

 

Era mattino . . . una volta

allo spuntar del nuovo giorno . . .

quando l’uomo con uno spontaneo atto,

 salutava . . . l’occasionale passante

 o il conoscente . . . con un saluto riverente.


Quel saluto . . .  creava l’armonia del momento,

simboleggiava un atto di riguardosa vicinanza.

Quel saluto. . . era il seme mattutino

sparso nel terreno

per ricavarne un futuro  nutrimento.

 

Oh . . . si . . .

per il saluto

non c’era a quel tempo

la frase da cercar . . .

non era  essenza  quotidiana,

 

Non era espressione d’ appartenenza

a una classe eletta,

ma forza autentica dell’uomo

che ci teneva a camminar

con la schiena diritta.

 

C’era . . .  l’autentico intendo  . . .

d’esprimer vicinanza

e, con il viso che trasmetteva tenerezza

per un domani nell’anima

 pregna d’amore e d’amicizia .

 

Oggi  . . . come allora . . . è pur mattino . . .

e nasce un nuovo sole

e si ringrazia lo stesso Dio

come atto d’un primo compimento

che concede luce al nuovo giorno.

 

Oggi . . . così come allora . . .

ci ricordiamo  . . . degli amici più vicini,

ma del saluto, tramandatoci dal tempo,

ricorriamo al messaggio

che ormai è progresso in tutto il mondo.

 

 Buon giorno . . .  Apri la finestra del tuo cuore . . .

lascia entrare il nuovo sole  . . .

Oggi sarà un giorno ricco d’emozioni.

Tanto scriviamo  oggi con sentimento  . . .

con frasi già fatte . . .  aforismi e citazioni . . .

 

Buon giorno” . . . ancora

leggiamo soddisfatti . . .

A chi ci regala il sorriso e,

a chi,  a volte, con un fiore o un cuore

c’infonde l’allegria del momento.

 

Il saluto appena svegli

è  storia antica del mondo intero

che ha tracciato le controverse storie  

dei quartieri e dei viandanti

appena giorno.

 

Oggi . . .

Non c’è più lo sguardo nell’incontro

che trasferiva nelle menti

del passato e del presente immagini e momenti

di ciò che l’uomo teneva dentro realmente.


Oggi . . . ci s’incontra  semplicemente . . .

fra il rumore d’una umanità decadente

che corre . . . con frenetica irriverenza

e non s’accorge di disperdere nel nulla

L’autentico contatto con la vita.

 

Salvatore Casales

 

 copyright

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da Aaronn il 21/10/2017 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre        novembre

IL BLOG

Mi ribello all'ingiusto; Prendo le mie decisioni; assumo le mie responsabilità, difendo la mia dignità a qualsiasi costo. Sono fiero di avere questo carattere. S. Casales
Email: scasales1@tim.it

*******

Ho sempre amato la vita.Chi ama la vita non riesce mai ad adeguarsi, subire, farsi comandare. Chi ama la vita é sempre con il fucile alla fionestra per difendere la vita ... Un essere umano che si adegua, che subisce, che si fa comandare non è un essere umano. Oriana Fallaci 1979